Visualizzazioni totali

Simply

martedì 5 gennaio 2016

Makeup Aliexpress. Lascia o raddoppia?

Non ho mai avuto il coraggio di acquistare da Aliexpress. O meglio, acquisto sempre accessori, abbigliamento e anche qualche pennello ma per quanto riguarda il makeup sono sempre stata scettica. Poi ho iniziato a guardare alcune review ed ho scoperto che molte case cosmetiche famose scelgono di produrre i loro prodotti nei paesi asiatici e mi sono detta...proviamo! Ecco il risultato: due blush e due tinte labbra. Conosco bene la sensazione snervante data dell'attesa interminabile prima di ricevere i prodotti e in particolare questi pacchetti non hanno la classica tracciabilità sul sito poste italiane come gli altri articoli. Inoltre sono frequenti casi in cui i prodotti arrivano danneggiati e non mi restava che incrociare le dita.
I prodotti che ho scelto sono ispirati (diciamo che risultano praticamente identici a prima vista) ad alcuni dei brand Nars, The Balm e Lime Crime

-Nars Blush Mounia


Il colore è vibrante, un fuxia intenso con una buona texture e durata inaspettata. Quello che mi lascia perplessa però è la tonalità: dagli swatches, che non erano presenti sul sito ma che sono andata a ricercare su google, il colore non è nemmeno lontanamente assimilabile all'originale. Si trattava tra l'altro di una Limited Edition di Nars e di sicuro dalle foto nel web il fake si discosta alquanto. I blush di Nars sono famosi per le loro colorazioni audaci ed insolite mentre qui abbiamo un fuxia facilmente reperibile.
ORIGINALE da theglamshack.blogspot.it













VERDETTO: LASCIA.



-Blush Pinstripe di The Balm


 


Stesso identico discorso. Il packaging è fedelissimo all'originale, la consistenza è soffice e sfumabile ma il colore...sembra quasi un rosso nella cialda, mentre il vero blush è un plum violaceo insolito ed accattivante. Il fake quasi si identifica meglio con l'originale Mounia di Nars, ma non ha assolutamente nessuna ombra prugna. 
ORIGINALE da beautyandmess.com
VERDETTO: LASCIA


 -Velvetines Lime Crime



Ho scelto due colorazioni da due venditori diversi. Io possiedo l'orignale nel colore Salem, un marrone scuro molto dark. La particolarità di queste tinte labbra è la tenuta davvero estrema. Riesco a rimuoverlo solo con l'olio di cocco! Trovo che siano le più durature tra tutte quelle che ho provato, seccano le labbra come di consueto ma non in maniera esagerata, come succede con le ABH che ho avuto modo di testare. Il packaging è leggermente diverso, i caratteri non sono identici, ma la quantità di prodotto è la stessa e anche la satinatura.
RIOT e SHROOM
Dei colori formidabili, una texture liquida pazzesca che non crea nessuna difficoltà di applicazione. Salem in confronto è decisamente più complicato da stendere. La durata è leggermente inferiore, ed ho notato che mentre l'originale dopo molte ore inizia a sgretolarsi leggermente agli angoli della bocca, i fake perdono intensità al centro delle labbra. Il loro profumo è piacevole, assimilabile agli originali così come le tonalità. Riot è un color marsala davvero speciale, caldo e intrigante mentre shroom è un marrone chiaro con base arancio bruciato eccezionale, con una tonalità enigmatica che non rende i denti gialli.

RIOT ORIGINALE da www.belanjalipstick.com
SHROOM ORIGINALE da limecrime.tumblr.com
VERDETTO: RADDOPPIA


Simply Spot